Gerenza "Il Reggino"

Direttore Responsabile

 

Maurizio Gangemi

 

mauriziogangemi@ilreggino.it

mauriziogangemi@gmail.com

+39 349 19 56789

 

P.E.C.

ilreggino@pec.it


e-mail alla Redazione

redazione@ilreggino.it

 

in Redazione

 

Ugo La Camera

 

ugolacamera@ilreggino.it

+39 392 1000 901

 

sede Redazione

Via Marra Privata, 21/B - Gallico

89135 Reggio di Calabria

 

Editore

Associazione Culturale

"Leggende Amaranto"

Via Zona Industriale, 92

89121 Reggio di Calabria

 

partita iva/codice fiscale

02889720807

 

e-mail all'Editore

leggendeamaranto@ilreggino.it

acleggendeamaranto@gmail.com

 

autorizzazione del Tribunale

di Reggio Calabria

nr. 8 del 23 ottobre 2009

Partners

Reggina-Bisceglie 0-0: la nostra dimensione Stampa E-mail
Scritto da Ugo La Camera   
Domenica 26 Novembre 2017 17:13

(15) Commentare uno 0-0 è semplice da un lato, complicatissimo dall’altro. Semplice perché se non tiri in porta o lo fai col contagocce, irrimediabilmente il risultato non si sbloccherà; complicato perché cerchi di capire cosa sia mancato per portare a casa una vittoria che avrebbe

dato uno scossone importante alla classifica che, pur restando tranquilla sempre per il famoso obiettivo stagionale, ci lascia nel limbo tra coloro che sono fuori dai playoff e a distanza di sicurezza dai playout. Ci ha provato per un tempo la Reggina ma, ad eccezione della traversa di Bianchimano, giunta peraltro su un errore di disimpegno del portiere ospite, e di un’occasione di Marino, ha creato pochi pericoli al Bisceglie. E’ mancato l’ultimo passaggio, un po’ di velocità, un guizzo che potesse creare la situazione giusta e, come ormai spesso accade, è mancata quasi del tutto la fascia destra. Anche il Bisceglie su calcio piazzato ha fatto tremare la traversa di Cucchietti, ma sarebbe stato davvero troppo. Nella ripresa Zavettieri si affida al vecchio ma efficace “difesa e contropiede” e la Reggina non è riuscita a sfondare, anzi non si è resa praticamente mai pericolosa. Ma queste partite, se proprio non riesci a vincere, meglio non perderle e portare a casa un punto che fa comunque muovere la classifica. Certo a Siracusa contro l’Akragas mancheranno certamente Bianchimano e De Francesco (oltre che Garufi infortunato) in una partita contro una squadra reduce da 7 sconfitte consecutive e ultima in classifica: quale migliore occasione per tentare di ripetere il colpaccio in trasferta? Alla fine la situazione sembra abbastanza chiara, piaccia o no: siamo in linea con i programmi di inizio stagione, in poche parole oggi la nostra dimensione è quella di una squadra che occupa le posizioni anonime del campionato di serie C. Ci saranno tempi migliori? Ultima considerazione per gli ingressi allo stadio: tanto rumore per nulla…

 

Statistiche

Utenti : 6882
Contenuti : 13343
Tot. visite contenuti : 3441373

Cerca

Sponsor