Reggina: pensieri a confronto. Cuore & passione vs razionalità & critica Stampa
Scritto da Maurizio Gangemi   
Lunedì 19 Agosto 2013 00:00

(014) con Domenico Durante. Inizia da oggi una serie di “confronti” che dureranno per l’intera stagione 2013/2014 e che vedranno protagonisti due giornalisti, due amici, due uomini assolutamente innamorati di Reggio di Calabria e della sua massima espressione calcistica: la Reggina. Sarà un “confronto” vivace e, speriamo, utile ai lettori tra due “scuole di pensiero”: la prima, quella dell’amico Domenico Durante, dettata dal cuore, dalla passione, da quell’attaccamento a ciò ch’è Reggino che non conosce ostacoli e che (quasi) non ti fa vedere cose, fatti ed accadimenti con la lucidità propria di chi predilige la ragione ai sentimenti;

 

la seconda, invece, quella del sottoscritto che, dopo anni, causa terzi (a scanso di equivoci e senza mezzi termini precisiamo subito che il “terzi” è riferito al Presidente Foti), come accade per i grandi amori durevoli nel tempo ha messo da parte la passione ed ha iniziato a ragionare con sempre maggiore razionalità. Due modi di vedere le cose, due modi di intenderle, due modi di interpretarle, due modi di raccontarli. Entrambi legittimi e corretti, entrambi opinabili e/o condivisibili al contempo. Non si tratta di un pensiero giusto ed uno sbagliato, si tratta invero di due modi, spesso diversi, di “leggere” i fatti. La differenza, spesso, la fa e la farà la distanza da essi: Domenico da quel di Treviglio (BG) ed il sottoscritto dalla più bella Città calabrese. A Domenico amo spesso dire come il suo è un inguaribile romanticismo: non è biasimabile ma i 1000 e passa km che lo separano solo materialmente dalla sua Città, a volte, fanno sì che qualche tassello lo induca a non avere sott’occhio il mosaico integrale. Iniziamo.
Da lontano: questa Reggina nasce bene perché ha trovato rinnovate energie del Presidente sul mercato, perche ha una guida tecnica sicura e matura per una stagione così importante con il giusto carisma e la necessaria esperienza. Da vicino: questa Reggina nasce come tutte le altre, in sordina ed accompagnata da scetticismo e molte perplessità. Certo, partiamo da una triste verità: quella vista la scorsa stagione è stata di gran lunga la Reggina più scarsa degli ultimi 5 o 6 lustri. Da ciò ne deriva ch’è difficile (ma non impossibile conoscendo i nostri polli) riuscire nell’ardua impresa di allestirne una simile o, peggio, ancor più scarsa. Concordiamo, invece, sulla guida tecnica - dal sottoscritto stimata ed apprezzata - ma non possiamo dimenticare le ultime 4 stagioni del Gianluca amaranto: esonero n. 1 a Catania, sesto posto con la Reggina e finale playoff persa a qualche secondo dalla fine della partita di ritorno a Novara, esonero n. 2 a Genova sponda Sampdoria ed esonero n. 3 a La Spezia. Insomma, fiducia ad Atzori ma… In quanto alle “rinnovate energie del Presidente”, invece, nutriamo molte di più di qualche perplessità. Non ci pare, infatti, che riguardante proprio il mercato estivo a cui si riferisce Domenico, la Reggina abbia operato diversamente rispetto agli ultimi anni: tante incognite e poche certezze. Ma nulla ancora potrebbe essere detto giacché la stagione dei saldi chiuderanno il 2 settembre (e, si sa, da buon commerciante, il Presidente ama acquistare “merce” in saldo e/o avanzi di magazzino ormai fuori stagione). Detto questo, ammettendo preliminarmente di non aver ancora visto la Reggina all’opera nelle due gare di Coppa Italia (vinte entrambe per 1-0 contro Carpi e Crotone grazie ai due goal di Federico Gerardi), possiamo assolutamente affermare ciò che non ci piace 1) il precampionato: tutte le amichevoli sono state disputate contro formazioni dilettantistiche; ne deriva che la “forza” della difesa, nonostante le 0 reti subite, risulta essere assai relativa e che i test affrontati hanno ottime probabilità di risultare non affidabili. 2) la rosa allestita (ad oggi): che deficiti è sotto gli occhi di tutti e che Atzori lo rimarchi appena possibile è notorio. E per oggi basta! Grazie a Domenico ed appuntamento al prossimo “confronto”.

 

 

Commenti

Effettua il login per inviare commenti o risposte.